Ti trovi in: Home > Infestanti derrate alimentari > Criptoleste (Cryptolestes Ferrugineus)

criptoleste

Criptoleste (Cryptolestes Ferrugineus)

Riconoscimento: Ha una forma piatta e sottile, con colore bruno rossastro e misura 1,5 – 2,5 mm: le antenne sono circa la metà della lunghezza del corpo.

Cenni biologici: La femmina depone fino a 300 uova, direttamente nella derrata, con un ritmo di circa 6 al giorno. A 32° C e U.R. del 75% il ciclo di sviluppo viene completato in 20 giorni, ma al variare dei valori termici e di umidità tale periodo si allunga. Nell’arco dell’anno il numero di generazioni varia, nel nostro Paese solitamente se ne verificano 3.

Danni: Specie detricola che non riesce ad intaccare semi integri o substrati duri. E’ polifaga su numerose derrate vegetali ma predilige i cereali danneggiati, gli sfarinati e i prodotti cerealicoli in generale; attacca anche legumi, frutta secca, cacao, caffè, semi oleosi e spezie essiccate.

Prevenzione: La sanificazione di zone nascoste e umide, assieme alla pulizia dell’interno dei macchinari, sono basilari per una prevenzione efficace contro le infestazioni. Di notevole aiuto risulta essere la correzione di imperfezioni (crepe e fessure) nei pavimenti e nelle pareti delle strutture, all’interno delle quali si può accumulare il substrato alimentare.
L’areazione dei locali riesce a contenere le infestazioni, poiché abbassa i livelli di umidità.

Fonte: Gli animali infestanti in molini e pastifici e la loro gestionePasquale Trematerra / Paolo Gentile – Chiriotti Editori