Un fungo “anti-zanzare” è valso ai suoi inventori un prestigioso premio

Female mosquito drinks blood from hands of man.

Un team di ricercatori statunitensi e del Burkina Faso hanno vinto un prestigioso premio per aver creato in laboratorio una particolare specie di un fungo in grado di uccidere le zanzare. Questi insetti sono infatti i principali responsabili della diffusione di una vasta gamma di malattie, come la malaria, la febbre dengue e il virus Zika.

Secondo l’American Association for the Advancement of Science (AAAS), che assegna il premio Newcomb Cleveland, un bambino muore di malaria ogni due minuti. “Nel 2018, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha segnalato 228 milioni di casi di malaria e oltre 400.000 morti per malattia in tutto il mondo, con il 93% dei casi e il 94% dei decessi avvenuti solo in Africa. Il Burkina Faso, con poco meno di 20 milioni di abitanti, ha fatto registrare quasi 8 milioni di casi nel 2018“, ha aggiunto l’AAAS.

Sebbene queste cifre siano decisamente preoccupanti, oggi sono in notevole miglioramento. I casi di malaria sono diminuiti del 18% e le morti del 28% dal 2010 grazie a nuovi insetticidi applicati negli spazi abitativi e in particolare nelle camere da letto.

Fonte: articolo pubblicato sul sito focustech.it – qui è possibile leggere l’articolo originale