Per un allergico su due, acari della polvere causa di asma e rinite allergica. 

Allergia acari della polvere

L’allergia da acari della polvere è in assoluto l’allergia respiratoria più diffusa nei paesi occidentali e, per di più ha le caratteristiche di una condizione perenne. Gli acari della polvere infatti, a differenza dei pollini che causano sintomi con stagionalità definite in base alle fioriture delle piante, sono in grado di scatenare una reazione allergica in tutti i periodi dell’anno, perché si annidano nelle nostre case ed in generale in tutti gli ambienti chiusi. Una nuova Immunoterapia Allergene Specifica (AIT) per allergia da acaro della polvere in tablet sublinguali orodispersibili (cioè a rapido scioglimento) è oggi disponibile in Italia.

Gli acari della polvere sono il maggiore fattore di rischio per lo sviluppo dell’asma allergico. “Secondo dati recenti circa il 50 – 85% degli asmatici adulti è sensibilizzato all’acaro della polvere, mentre la percentuale raggiunge un picco del 90% nei bambini asmatici allergici– spiega la Dott.ssa Maria Beatrice Bilò, Past President AAIITO e allergologa dell’AOU Ospedali Riuniti Ancona – E’ importante inoltre sottolineare che quasi tutti i pazienti con asma sensibilizzati ad acari soffrono anche di rinite.

L’identikit del paziente con allergia da acari è frutto di una ricerca demoscopica realizzata da Doxapharma e promossa da HOME (Housedust Mite Observatory for Management of Evidence-based immunotherapy). L’osservatorio HOME è una iniziativa patrocinata da FederAsma e Allergie Federazione Italiana Pazienti Onlus, dalle 5 maggiori Società Scientifiche nazionali nell’ambito delle patologie respiratorie.

Fonte: articolo pubblicato sul sito pharmastar.it – qui è possibile leggere l’articolo originale