Zanzare geneticamente modificate per combattere contro la malaria

zanzare geneticamente modificate

Se ogni anno circa 435 mila persone muoiono nel mondo per questa malattia infettiva, la metà delle vittime proviene da sette Stati africani, tra cui il Burkina Faso. Proprio qui si sta sperimentando una innovativa lotta alla zanzara, insetto vettore dei parassiti, che si basa sulla biotecnologia.

Come ha raccontato il quotidiano inglese The Guardian, nell’ex colonia francese si sta svolgendo uno studio con al centro la tecnologia del gene drive: verranno rilasciate zanzare geneticamente modificate nel tentativo di spazzare via gli insetti vettori della parassitosi.

Lo ha spiegato Moussa Namountougou dell’Istituto di ricerche e scienze della sanità di Bobo-Dioulasso, la seconda città più grande del Burkina Faso. «Stiamo sviluppando zanzare che possono generare solo esemplari maschi, sterili, che pur accoppiandosi non avranno prole: in questo modo si ridurrà la popolazione delle zanzare femmine, l’unico genere che punge e che causa la diffusione della malattia. Per far questo abbiamo lavorato sul Dna, togliendo la parte di codice genetico che nella riproduzione può generare zanzare femmine».

Fonte: articolo pubblicato sul sito italiaoggi.it – qui è possibile leggere l’articolo originale