Gli infestanti più temuti: ecco i consigli per tenera alla larga ratti, topi, scarafaggi, blatte, calabroni e vespe

tenere lontano infestanti

Se si escludono pulci e zecche, gli infestanti più temuti dagli italiani sono ratti e topi che fanno davvero paura al 67% degli italiani, seguiti da blatte e scarafaggi (57%) e da calabroni (32%). Dall’indagine inoltre si evince come la paura dei topi cresca con il passare dell’età: il 63% dei ragazzi nella fascia d’età tra i 18 e 24 anni ha timore di questi infestanti, mentre la percentuale di chi teme i roditori arriva al 72% nella fascia tra i 55 e i 70 anni. Si inverte invece la situazione quando si parla di calabroni, più temuti dai giovani: il 46% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni ha infatti paura di questi insetti, contro solamente il 25% degli adulti nella fascia d’età tra i 45 e i 54 anni.

Preoccupazioni e timori nei confronti dei vari infestanti sembrano cambiare quindi da generazione a generazione, probabilmente perché a cambiare è la maggiore consapevolezza delle conseguenze che questi piccoli animali possono portare. Infatti, questi infestanti sono tra i più temuti soprattutto per ciò che comporta averli attorno a sé, oltre al fastidio di doverli scacciare: l’81,8% degli italiani ha paura della trasmissione di malattie o infezioni a causa del contatto con insetti o roditori mentre per l’85,7% la paura più grande è che possano pungere o morsicare.
Alcuni semplici consigli per prevenire e difendersi da questi ospiti indesiderati.

Ratti e topi: sigillare bene eventuali buchi presenti nel muro, non dimenticare mai di pulire il retro del frigo e dare spesso una spolverata agli scatoloni abbandonati in soffitta o nello sgabuzzino. Mentre scappano, cercate di seguirli: così facendo, troverete molto probabilmente la loro tana. Informate il disinfestatore della posizione di quest’ultima: agevolerete il suo lavoro e le trappole non tarderanno a funzionare.

Scarafaggi e Blatte: È importante sigillare eventuali buchi nel muro e gli spazi vuoti tra il mobilio e le pareti di casa. Buttare la spazzatura e pulire regolarmente casa, passando con cura l’aspirapolvere anche negli angoli più nascosti, è un buon modo per evitare visite inattese di questi ospiti molto fastidiosi.

Calabroni e vespe: La loro presenza raggiunge il picco massimo nei mesi estivi e se la creazione dei loro nidi passa indisturbata, questi ultimi possono raggiungere anche i 2 metri. Formano i loro nidi sugli usci delle finestre e delle porte che vengono aperte di rado, nelle intercapedini sotto alle grondaie, negli angoli più in alto delle stanze, nelle spaccature dei tronchi e sui rami degli alberi. A inizio primavera, controllare i luoghi in cui questi insetti potrebbero fare il nido. All’inizio questo potrebbe avere dimensioni molto ridotte e risulta più facile liberarsene perché ospita pochi esemplari. Nel caso in cui il nido raggiunga dimensioni più grandi, è bene starne alla larga e rivolgersi a un servizio esperto di disinfestazione.

Fonte: articolo pubblicato sul sito meteoweb.eu – qui è possibile leggere l’articolo originale