COVID19: le procedure di pulizia e sanificazione nei luoghi di lavoro

sanificazione e pulizia nei luoghi di lavoro

Una delle misure che tutte le attività dovranno effettuare per gestire in modo corretto il problema di salute pubblica COVID19 è quello della regolare e corretta pulizia, disinfezione e sanificazione degli ambienti di lavoro.
È evidente che sia per chi ha continuato l’attività lavorativa per tutto il periodo di emergenza, sia per chi aprirà nella così detta fase 2, la pulizia e la sanificazione dovranno essere svolte, nel miglior modo possibile.

Partendo dal protocollo, in materia di sanificazione e pulizia degli ambienti di lavoro, viene riportato:
“l’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago”
Come si legge, il protocollo parla di pulizia e di sanificazione che devono essere svolte in modo periodico, sia per quanto riguarda le postazioni di lavoro che per quanto riguarda le aree comuni. Questi processi è evidente che potranno essere svolti o da ditte esterne specializzate (come vedremo dopo), oppure internamente direttamente dal personale aziendale, solo però se adeguatamente formato e attrezzato con prodotti idonei e attrezzature idonee (come vedremo poi nel proseguo dell’articolo). L’aspetto chiaro è comunque che pulizia e sanificazione vanno svolte periodicamente ed evidentemente di continuo (quindi non solo all’apertura dell’attività).

Da questa parte del protocollo si capisce che nell’ambiente di lavoro si deve pulire e sanificare tutto per ridurre il rischio, prestando però particolare attenzione a tutti quegli oggetti come telefoni, tastiere, maniglie corrimano, ecc che vengono toccati spesso dalle persone. Infatti il SARS COV 2 è un virus che si trasmette soprattutto per contatto con parti contaminate.
L’obiettivo è quindi fare in modo che le superfici siano sempre pulite e disinfettate, per limitare il più possibile la trasmissione del virus. Ricordiamo che le superfici non solo si contaminano se toccate direttamente da persone contaminate, ma anche attraverso il sistema della sedimentazione. Maggiore è la contaminazione dell’aria, maggiore sarà il numero dei microrganismi che sedimentano per gravità.

Fonte: articolo pubblicato sul sito moltocomuni.it – qui è possibile leggere l’articolo originale