Sanificazione, disinfezione ed igienizzazione: quali differenze?

differenze tra sanificazione, igienizzazione e disinfezione

L’emergenza Coronavirus e la necessità di limitare il contagio da Covid-19 ha spinto la diffusione di termini quali sanificazione, disinfezione, igienizzazione e quant’altro.

In molti contesti lavorativi alcune procedure stabilite dalle linee guida sanitarie sono del tutto nuove. Vedi ad esempio per le officine, i taxi ed ncc, pulire le maniglie delle auto e le zone a rischio contagio come cinture, pulsanti, leve, ecc. Il pericolo di fare confusione tra sanificazione, igienizzazione e disinfezione va a braccetto con quello di adottare misure insufficienti per garantire la sicurezza sul lavoro. E’ anche per questo che molte aziende si troveranno a scegliere di affidarsi a ditte specializzate per la sanificazione dei locali o farlo internamente. Qualcosa che per un’autofficina equivale a igienizzare e disinfettare ogni veicolo prima e dopo le riparazioni.

Cosa significa disinfezione e cosa cambia rispetto all’igienizzazione “normale”? E’ ancora l’Istituto Superiore di Sanità a spiegare che “un disinfettante è formulato per diminuire drasticamente la presenza di batteri, funghi, e/o virus (disinfettare) e organismi superiori, quali insetti, roditori, etc. (disinfestante)”. Mentre un detergente (eventualmente con “effetto igienizzante”) ha il primario scopo di rimuovere lo sporco. Non a caso il decreto 274/1997 precisa che “le attività di disinfezione riguardano il complesso dei procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti confinati e aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni”.

Dalla disinfezione (pulizia con uso di disinfettanti) passiamo direttamente allo step successivo: la sanificazione. Sanificare la scrivania, sanificare l’auto (ad esempio con l’ozono), sanificare le attrezzature o qualsiasi cosa che si possa sanificare, sono tra le frasi più in voga in questo periodo.

Infine c’è la disinfestazione, che può riferirsi più frequentemente ai luoghi di lavoro, ma anche ai veicoli. Si effettua sempre per mezzo di prodotti disinfestanti biocidi con presidio medico-chirurgico.

Fonte: articolo pubblicato sul sito sicurauto.it – qui è possibile leggere l’articolo originale