Zanzare killer: ecco tutte le malattie che si possono contrarre con una puntura

Rischi punture zanzara

Le zanzare uccidono ogni anno 725mila persone questo perché sono animali vettori, cioè attraverso il loro morso ci trasmettono malattie molto pericolose e mortali.

Le zanzare infette possono trasmettere una rara infezione del cervello che uccide nel 30% dei casi mentre nei restanti lascia danni a livello neurologico, stiamo parlando dell’Encefalite equina dell’Est, per la quale non esiste un vaccino o una cura specifica c ehi ehi presenta con brividi, febbre, mialgia (quando è sistemica), sonnolenza, vomito, diarrea e coma (quando è encefalitica).

La puntura di zanzare può portare anche al contagio della malattia virale chikungunya che, nel giro di massimo 12 giorni, porta a febbre alta, nausea, vomito, brividi, cefalea e dolori alle articolazioni tali da immobilizzare i pazienti e incurvarli dal dolore. Questa condizione si risolve in pochi giorni senza bisogno di specifici trattamenti.

Grazie alle zanzare si diffonde anche un’altra malattia, la febbre gialla che è conosciuta anche come vomito nero perché tra i suoi sintomi, che compaiono tra i 3 e i 6 giorni dopo la puntura, ha proposto il vomito nero, oltre a febbre, dolori, brividi, bradicardia, insufficienza renale e morte, nel 20% dei casi. La cura non esiste, ma è disponibile un vaccino.
Il virus del Nilo viene trasmesso dalle zanzare e porta alla febbre West Nile che è molto contagiosa e, quando non è asintomatica, porta febbre, nausea, vomito, sfoghi cutanei, linfonodi ingrossati che possono durare qualche giorno. Quanto alla cura, non esiste, ma la malattia passa di solito in pochi giorni.

Fonte: articolo pubblicato sul sito scienze.fanpage.it – qui è possibile leggere l’articolo originale