Zanzare, un batterio alla base della resistenza ai pesticidi

resistenza zanzare ai pesticidi

La resistenza delle zanzare ad alcuni tra i più diffusi pesticidi in commercio può provenire da una sorta di alleato: il “Wolbachia”, ovvero un batterio che, naturalmente, le infetta e che permette a questi animali di contrastare l’efficacia dei prodotti che vengono utilizzate per controllarle. La scoperta è stata realizzata dai ricercatori dell’Università di Reading, da quelli dell’Inbiotec-Conicet e dell’Università di San Juan, in Argentina e potrebbe aprire ora le porte a nuovi e più efficaci modi per evitare le diffusioni delle malattie che vengono trasmesse da questi insetti.

Nel lavoro di ricerca, pubblicato sulla rivista “Scientific Reports”, i ricercatori hanno preso in esame una particolare specie di zanzara, ovvero la “culex quinquefasciatus”, conosciuta anche come la “zanzara domestica del Sud”, allevata per alcuni anni in condizioni ambientali controllate in un laboratorio, proprio in Argentina. Si tratta di una delle specie più diffuse nei Paesi con climi più caldi.

Fonte: articolo pubblicato sul sito tg24.sky.it – qui è possibile leggere l’articolo originale