Ti trovi in: Home > Infestanti derrate alimentari > Trogoderma del grano (Trogoderma Granarium)

Trogoderma del grano

Trogoderma del grano (Trogoderma Granarium)

Riconoscimento: Ha un corpo ovale, lungo 1,5-3 m, di colore bruno rossastro con disegni chiari più o meno evidenti. coperto da una fitta peluria; la femmina è leggermente più chiara nella colorazione e di dimensioni maggiori rispetto al maschio.

Cenni biologici: La femmina produce 40-120 uova, deposte singolarmente sopra o nelle adiacenze della derrata. Dopo un periodo variabile di 3-26 giorni, fuoriesce la larva che inizia ad alimentarsi in modo attivo; in tale stadio è in grado di forare gli imballaggi. L’impupamento di solito avviene nella porzione superiore del substrato alimentare.
La durata del ciclo di sviluppo è condizionata sopratutto dalle condizioni termiche e varia da 26 giorni a 10 mesi.

Danni: I prodotti infestati sono vari: cereali, sfarinati, pasta, prodotti da forno, legumi, arachidi e altri semi oleosi, radici (manioca), latte in polvere, tessuti di lana, carta, sughero e legno.

Prevenzione: La pulizia di punti nascosti e meno illuminati (compreso l’interno dei macchinari), assieme al riempimento di crepe e fessure presenti su pareti e pavimentazione, aiuta notevolmente nella prevenzione.
Con il controllo accurato dei prodotti in entrata è possibile rilevare sopratutto la presenza di larve ed esuvie. In proposito bisogna fare particolare attenzione a tutti i supporti di legno e ai materiali cartacei.

Fonte: Gli animali infestanti in molini e pastifici e la loro gestionePasquale Trematerra / Paolo Gentile – Chiriotti Editori