Ti trovi in: Home > Infestanti derrate alimentari > Stegobio o anobio del pane (Stegobium Paniceum)

stegobio o anobio del pane

Stegobio o Anobio del pane (Stegobium Paniceum)

Riconoscimento: L’adulto misura 3-4 mm; il corpo è ovoidale e di colore bruno, rivestito di setole corte.

Cenni biologici: Le femmine depongono fino a un centinaio di uova, singolarmente o in gruppi di 4-5, sopra o vicino alla derrata. Il ciclo di sviluppo si compie entro 40 giorni in condizioni ottimali di 30°C e 60-90% di U.R.
Ogni anno, in funzione della temperatura, si succedono da 1 a 4 generazioni.
Gli adulti, ottimi volatori, vivono fino a 8 settimane; contrariamente ad altre specie di anobidi, lo stegobio rifugge la luce.

Danni: Attacca un gran numero di derrate preferendo quelle ricche di amido come cereali, farine, pasta, prodotti da forno e dolci.
Infesta anche altre sostanze secche tra le quali il cacao, frutta secca, spezie, carta, tappeti e tappezzerie.

Prevenzione: In linea generale la pulizia di detriti e polveri alimentari sono alla base di una corretta gestione delle infestazioni. Nei molini è necessario sanificare i sili vuoti per le materie prime e rimuovere gli accumuli di sfarinati e incrostazioni.
Nei magazzini le pedane con le confezioni vanno stoccate in modo da permettere le pulizie e le ispezioni, coin un’appropriata rotazione delle merci; il prodotto infestato deve essere prontamente allontanato dallo stabilimento.
Un attento controllo dei prodotti (anche cartacei e legnosi) in entrata limita l’introduzione di focolai.

Fonte: Gli animali infestanti in molini e pastifici e la loro gestionePasquale Trematerra / Paolo Gentile – Chiriotti Editori