Zanzare, rimedi? Il Comune di Bologna libera 30mila maschi sterili

lotta biologica zanzara tigre

Dal 17 giugno si aggireranno per Bologna 30mila zanzare in più. Ma è tutto calcolato: sono maschi, quindi non pungono, e per giunta sterili. Saranno liberati con il mandato di bloccare la proliferazione delle femmine, responsabili delle punture, dunque di pruriti, infezioni e virus potenzialmente pericolosi. E’ con la lotta biologica integrata che il Comune intende combattere la zanzara tigre.

Operatori del Centro Agricoltura Ambiente, provvisti di tesserino di riconoscimento, andranno casa per casa, per trattare con prodotti larvicidi specifici e a ridotto impatto ambientale tutte le raccolte d’acqua non eliminabili, come i tombini ad esempio, e rimuoveranno o metteranno in sicurezza, tutte le altre possibili fonti di infestazione.

Questo intervento sarà replicato per quattro volte, con cadenza mensile, da giugno a settembre in modo da impedire la maturazione delle larve in adulti e la conseguente dispersione sul territorio. In quest’area saranno attivate, durante tutta la fase di sperimentazione, 20 trappole per le uova che permetteranno di raccoglierle, allevarle in laboratorio e verificare la fertilità residua valutando l’efficacia di questa tecnologia.

Fonte: articolo pubblicato sul sito ilrestodelcarlino.it – qui è possibile leggere l’articolo originale