Le zanzare, un rischio per la salute da studiare attentamente

le zanzare un rischio per la salute

Lanciato un appello dai ricercatori dell’Università di Wageningen: se individuate una zanzara e riuscite  a raggiungere un giornale abbastanza velocemente per schiacciarla, inviate i loro i resti a scopo di ricerca.

Gli scienziati dell’università vogliono sapere se la recente ondata di freddo ha avuto un effetto sulle zanzare in generale e per ottenere una comprensione della diffusione del virus del Nilo occidentale che è apparso nei Paesi Bassi l’anno scorso. Ricerche precedenti hanno dimostrato che la zanzara comune, Culex pipiens molestus, rimane attiva durante i mesi invernali sopravvivendo in locali umidi e cantine.

Nell’ottobre dello scorso anno sette persone a Utrecht e Arnhem sono state trovate infettate dal virus del Nilo occidentale. L’infezione causa lievi sintomi simili all’influenza nel 20% delle persone, mentre l’1% può sviluppare una condizione grave come l’encefalite.Una piccola parte di coloro che lo fanno può morire.

Il virus, più diffuso nell’Europa meridionale, viene trasmesso dalle zanzare che sono state a contatto con uccelli infetti. “Non è qualcosa di cui essere particolarmente spaventati, ma vogliamo stare all’erta”, ha raccontato il biologo del WUR Arnold van Vliet al giornale locale Gelderlander.

Fonte: articolo pubblicato sul sito 31mag.nl – qui è possibile leggere l’articolo originale