Insetti utili nella lotta biologica

insetti utili lotta biologica

La lotta biologica è un’attività che viene svolta nell’ambito della coltivazione in orto, in vaso in piantagioni molto più grandi da molto tempo. Per quel che riguarda questo meccanismo gli agricoltori si avvalgono di insetti che vengono considerati innocui per le piante e per ciò che coltivano. Essi fungono quindi da insetticida naturale nei confronti di tutti quegli insetti che danneggiano le piante come per esempio gli afidi o la mosca bianca.

Un alleato e un esempio di questi insetti difensori della pianta è la coccinella. La lotta biologica si può dire che fa riferimento al circolo naturale di tutto ciò che riguarda l’agricoltura e la difesa delle coltivazioni in modo naturale e prettamente ecologico. Questo spinge i coltivatori, anche piccoli, a non usare insetticidi o particolari espedienti chimici per eliminare gli indesiderati insetti dalle piante ma si tratta di una cosa del tutto biologica. Il ciclo vitale di qualsiasi essere vivente presente in natura infatti è strettamente pensato per dei compiti specifici e gli agricoltori ne sono pienamente a conoscenza.

Per combattere l’inquinamento dei pesticidi e ridurlo si sfruttano le coccinelle: esse rientrano nella specie degli insetti e in qualche modo proteggono la pianta in questione. Gli insetti necessari per far crescere l’orto in modo lineare sono in particolare le coccinelle rosse. Questo proprio perché sono un tipo di insetto con funzioni specifiche per la coltivazione delle piante. Esse infatti non sono pericolose e non attaccano la pianta o la radice in alcun modo. La presenza di questo tipo di coccinella sulla pianta che si sta coltivando è di buon auspicio per la sua crescita. Esse sono cannibali: mangiano gli insetti nocivi per le piante. Proprio per questo quindi sono usate per la lotta biologica.

Fonte: articolo pubblicato sul sito econote.it – qui è possibile leggere l’articolo originale