Cimici dei letti: chi rischia di più?

infestazioni cimici dei letti

Cimici dei letti: chi rischia di più? E dove sono più diffuse? La risposta a questa domanda arriva da un nuovo studio recentemente pubblicato sulle pagine della rivista People and Nature, i cui autori hanno voluto analizzare le infestazioni da cimici da letto (Cimex lectularius Latreille), ed hanno scoperto che generalmente tali infestazioni sono fortemente associate a fattori socioeconomici, tra cui reddito basso, maggiori tassi di sfratto e sovraffollamento.

Grazie al loro studio, gli autori hanno dunque osservato che esiste un rischio maggiore di infestazione da cimici dei letti nei quartieri più poveri, nelle aree in cui gli sfratti sono più comuni e nei quartieri più affollati. Proprio nei luoghi in cui bisogna già fronteggiare molteplici fattori di svantaggio, come ad esempio la povertà, la presenza di acque contaminate e le disuguaglianze sanitarie.

ipotizzano gli autori dello studio, aggiungendo che il reddito familiare medio rappresentava il fattore che maggiormente aiutava a predire la presenza di cimici dei letti. Il tasso di sfratto e l’affollamento dei quartieri avevano anche degli effetti significativi, ma relativamente minori rispetto al reddito familiare.

Fonte: articolo pubblicato sul sito scienzaesalute.blogosfere.it – qui è possibile leggere l’articolo originale