Brutto cliente la cimice dei letti: “Non improvvisate, serve attenzione”

infestazione cimici dei letti

C’è una schiera di turisti di piccole dimensioni che non paga il biglietto del viaggio né le camere d’albergo, ma che la fa pagare a chi ha la sfortuna di imbattersi nelle loro colonie. È la cosiddetta cimice del letto, insetto pervasivo e invadente che ‘ama’ seguire le rotte del turismo. un settore che sempre più in questi anni è cresciuto nello Spezzino.

Tant’è che non mancano le segnalazioni di strutture ricettive della nostra zona alle prese con preoccupanti proliferazioni di Cimex lectularius, lunghe sui sette millimetri, non facilmente visibili a occhio nudo e golose di sangue di mammiferi, esseri umani compresi. Spesso, più che con avvistamenti diretti, ci si accorge di loro dalle goccioline di sangue che spargono sulle lenzuola durante il pasto. L’infestazione più classica arriva attraverso l’importazione bagagli, lenzuola e effetti personali: per questo motivo le strutture turistiche e alberghiere risultano particolarmente a rischio.

Il flusso turistico può favorire l’arrivo delle cimici del letto: “Più c’è via vai, maggiore è la possibilità che questo animale tanto ‘amico’ di bagagli e stive si palesi, e nella nostra provincia molti turisti si fermano anche solo per un paio di notti, a volte anche una sola: il movimento è notevole. Quindi massima attenzione, monitoraggio costante e prevenzione”.

Fonte: articolo pubblicato sul sito cittadellaspezia.com – qui è possibile leggere l’articolo originale