I cibi con più pesticidi: la classifica degli alimenti più pericolosi

gli alimenti più pericolosi

Oggi non è facile sapere se i cibi che si mangiano sono sicuri oppure no. Tutta colpa dell’inquinamento ma anche dei pesticidi che si utilizzano in agricoltura. I pesticidi sono usati soprattutto in agricoltura e le loro tracce arrivano sulle nostre tavole perché si trovano nei cibi che mangiamo. Ai controlli sfugge l’utilizzo di sostanze chimiche di ogni tipo quali pesticidi, metalli pesanti, micotossine e conservanti. Ogni anno una associazione americana, EWG, Environmental Working Group, stila una lista di prodotti tra frutta e verdura che subiscono maggiori trattamenti chimici. Anche se di anno in anno vi si trovano alimenti diversi ve ne sono alcuni che vi risultano sempre presenti.

Tra gli alimenti più a rischio troviamo

A) le fragole: diversi test, sia italiani che esteri, mettono in evidenza che le fragole sono tra i frutti più carichi di pesticidi, molto spesso si trovano addirittura al primo posto nelle classifiche degli alimenti contaminati. Un rapporto di Legambiente dice che le fragole possono presentare di un mix di pesticidi che ne contiene fino a 9 differenti.

B) Spinaci: Il rischio di trovare la verdura con presenza di pesticidi è alta. Al primo posto in negativo fra le verdure con più pesticidi si trovano gli spinaci dove si nascondo le più alte concentrazioni di residui chimici.

C) Cavolo nero: La quantità di pesticidi rilevati su queste verdure non è molto preoccupante come su altri prodotti. Purtroppo però fanno preoccupare i tipi di pesticidi che vi si trovano. Secondo i test dell’USDA, tre insetticidi vietati all’uso nelle colture (acefato, clorpirifos, e oxamil) sono stati rinvenuti su cavoli, cavoli neri e altre verdure come ad esempio nel peperoncino.

Fonte: articolo pubblicato sul sito cefalunews.org – qui è possibile leggere l’articolo originale