Cina, testato un metodo innovativo per eliminare la zanzara tigre

eliminazione zanzara tigre

La ricerca, condotta dal professor Xi Zhiyong del Centro congiunto di controllo vettoriale per malattie tropicali dell’Università di Sun Yat Sen con il supporto del Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie di Guangzhou, ha dato ottimi risultati, almeno a giudicare dai primi esperimenti effettuati.

Il nuovo metodo punta a ribaltare l’equilibrio evolutivo delle zanzare, impedendo ai maschi e alle femmine di riprodursi. Per farlo i ricercatori hanno piazzato sull’isola un impianto di allevamento di zanzare, all’interno del quale è sottoposto a sterilizzazione un nutrito campione di insetti. La sterilizzazione maschile è avvenuta grazie all’induzione artificiale di tre infezioni provenienti da altrettante differenti specie del parassita Wolbachia; quella femminile in seguito al rilascio di radiazioni gamma.

Una volta sterilizzate, le zanzare modificate sono state rilasciate in massa. A questo punto gli insetti, dotati di bassa fertilità, si sono accoppiati con gli esemplari sani che hanno incontrato nell’ambiente, provocano l’infertilità delle nuove generazioni. Ripetendo il procedimento per due anni, la popolazione di zanzare è stata quasi del tutto azzerata.

L’impianto di allevamento della provincia di Guangzhou è in grado di produrre 10 milioni di zanzare maschi modificati alla settimana. Nonostante non vi siano controindicazioni per l’uomo, c’è chi ha però sottolineato come un simile metodo possa avere un grave impatto ecologico; le larve di zanzara, infatti, sono un’importante fonte di cibo per i pesci, mentre questo insetto è uno dei piatti preferiti di molti uccelli.

Fonte: articolo pubblicato sul sito ilgiornale.it – qui è possibile leggere l’articolo originale