Cosa se ne fanno le zanzare del sangue

cosa fanno le zanzare col sangue

I maschi della specie si nutrono prevalentemente di nettare dei fiori mentre le zanzare femmine dispongono di un apparato boccale succhiante che consente loro di pungere e perforare la pelle di mammiferi e uccelli al fine di alimentarsi con il sangue delle vittime dei loro attacchi.
Il comportamento alimentare dell’animale che si nutre di sangue è, come abbiamo visto, tipico della femmina di questa specie ed è chiamato ematofagia. Esso assume un ruolo fisiologico per le zanzare femmine perché il sangue succhiato apporta la quantità corretta di proteine necessarie alla maturazione delle uova.

Quando la zanzara succhia il sangue inietta nella sua vittima delle sostanze anticoagulanti e vasodilatatorie che sono la causa diretta delle tipiche reazioni cutanee che si manifestano con prurito e arrossamento. Per alleviare il fastidio della loro puntura è possibile applicare della saliva o dell’aceto sulla zona interessata oppure utilizzare dei cubetti di ghiaccio per alleviare il senso di prurito. Anche il calore può dare lo stesso risultato così come l’olio di lavanda, il bicarbonato di sodio su un impacco o anche una buccia di banana.

Fonte: articolo pubblicato sul sito lettera43.it – qui è possibile leggere l’articolo originale