Le indicazioni del Ministero della Salute per tenere lontane le zanzare

come tenere lontane le zanzare

Il primo passo per sconfiggere le zanzare è prevenirne la diffusione. Il Ministero della Salute ha messo a punto un vademecum per contrastare la proliferazione di questi insetti grazie ad alcune semplici azioni.

Alle zanzare basta pochissima acqua stagnante per depositare le uova e riprodursi. Un sottovaso, un tombino, un secchio, sono tutti luoghi ideali per lo sviluppo delle sue larve. Perciò si deve evitare ogni ristagno, rimuovendo tutti gli oggetti che possono contenere acqua anche solo occasionalmente. Laddove, invece, non è possibile evitare ristagni di acqua, come nei pozzetti stradali, nelle caditoie o nei tombini, si deve ricorrere ai prodotti larvicidi. 

Per combattere le zanzare il Ministero della Salute raccomanda inoltre di eliminare i sottovasi e, dove non è possibile, evitare il ristagno d’acqua al loro interno. Non lasciare gli annaffiatoi e i secchi con l’apertura rivolta verso l’alto, tenere pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente introducendo pesci rossi che sono predatori delle larve di zanzara tigre. Svuotare settimanalmente e tenere puliti gli abbeveratoi e le ciotole per l’acqua degli animali domestici. 

Fonte: articolo pubblicato sul sito iodonna.it – qui è possibile leggere l’articolo originale