Zanzara tigre: come difendersi?

come difendersi dalla zanzara tigre

Nelle aree del Sud-Est asiatico, nelle zone affacciate sull’Oceano Indiano, in Sud America e in America Centrale, sono presenti malattie di tipo virale, Dengue e Chikungunya, che si trasmettono attraverso il morso delle zanzare appartenenti alla famiglia delle Aedes, della quale fa parte anche la zanzara tigre.

Febbre da virus Chikungunya
Si tratta di una malattia tropicale, i sintomi sono simili a quelli dell’influenza: mal di testa, febbre alta, stanchezza e forti dolori di tipo articolare, in alcuni casi possono verificarsi manifestazioni cutanee pruriginose.
La febbre in genere non dura oltre i 7 giorni, mentre i dolori articolari possono durare per settimane o addirittura mesi.

Dengue
Malattia di tipo virale acuta che si manifesta in due forme: classica o emorragica. La Dengue classica è la forma benigna e si presenta con una sintomatologia accentuata in base all’età.
La lotta contro la zanzara tigre da parte delle autorità sanitarie è sempre in vigore e mira a identificare i casi di Chikungunya anche sospetti. Ma per essere davvero efficace la lotta alla zanzara tigre necessita la collaborazione di tutti. I Comuni effettuano degli interventi, anche molto accurati, ma riguardano solo una parte del territorio e quindi necessitano dell’integrazione degli ambienti condominiali e privati.

Durante la stagione estiva, la zanzara tigre si rifugia nei giardini e nei cespugli e punge anche di giorno. Per evitare i suoi attacchi, si consiglia di utilizzare repellenti sui vestiti, con cautela sui bambini e nelle donne in gravidanza, diffusori di insetticida negli ambienti, all’aperto indossare abiti chiari e con maniche e pantaloni lunghi e se è possibile circondarsi di piante repellenti naturali per le zanzare come l’incenso, il geranio odoroso e alcune aromatiche.

Fonte: articolo pubblicato sul sito green.it – qui è possibile leggere l’articolo originale