Insetti killer: quali sono e come difendersi dalle punture

difendersi dagli insetti killer

Sale la preoccupazione per gli insetti killer; gli insetti volanti provocano circa 10 morti all’anno solo in Italia e nelle ultime settimane le zanzare hanno provocato diverse vittime da Ferrara a Milano. I più colpiti anziani ed individui debilitati. Ma la Febbre del Nilo è solo una delle conseguenze delle punture di questi insetti killer, che possono provocare anche shock anafilattici.

Come proteggersi

Sono molte le precauzioni che si potrebbero prendere a contrastare l’azione di questi insetti killer. Prima una visita allergenica per verificare se qualche insetto volante potrebbe essere nocivo se non letale. Poi utilizzare i repellenti, che per un’azione efficiente andrebbero messi più volte nell’arco della giornata; consigliabile anche non tenere vicino alle finestre piante troppo profumate, con fiori che naturalmente fanno da richiamo. Aggiungere del rame nel sottovaso contrasta, nel caso specifico, lo sviluppo e la nascita delle zanzare. Infine il vestiario che, applicando le stesse precauzioni che si adottano in viaggio, è preferibile coprente come camicie a maniche lunghe.

Cosa fare in caso di punture di insetti killer

In caso di puntura è importante rimuovere entro 20 secondi il pungiglione con movimento secco e rapido, aiutandosi con unghie o pinzette. Applicare poi nella zona colpita qualcosa di freddo come ghiaccio o impacchi. Identificare l’insetto responsabile è molto utile e, nei casi di reazione gravi, rivolgersi al medico o al pronto soccorso. In caso di una reazione locale a una puntura di ape, vespa o calabrone oltre al ghiaccio e a eventuale analgesico, si può somministrare un antistaminico e applicare una pomata cortisonica. In caso di reazione allergica grave anafilattica è invece essenziale somministrare d’urgenza una dose di adrenalina per via intramuscolare nella coscia, iniezione da ripetere anche dopo 10 minuti.

Fonte: articolo pubblicato sul sito termometropolitico.it – qui è possibile leggere l’articolo originale