Chiocciole giganti tra le specie più infestanti al mondo

chiocciole giganti infestanti

La chiocciola gigante è originaria dell’Africa orientale ed è stata introdotta in varie parti del globo tramite scambi commerciali, come fonte alimentare oppure come animale da terrario. E’ stata classificata dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura come una delle 100 peggiori specie invasive al mondo per il suo impatto negativo a livello economico ed ambientale: ha un’elevata capacità riproduttiva e si nutre di numerose specie vegetali differenti, due elementi che ne favoriscono la rapida diffusione.

La chiocciola può entrare in competizione con le specie autoctone e causare consistenti danni agli ecosistemi locali.

Nonostante sia una specie tropicale, può sopravvivere anche in condizioni più fredde, andando in quiescenza per un periodo di tempo massimo di tre anni. E’ prevalentemente crepuscolare, ma può essere attiva nelle ore diurne in giornate particolarmente umide, nuvolose e piovose. La sua presenza può essere indicata da larghe scie di muco in piante ed edifici ed escrementi nastriformi.

Fonte: articolo pubblicato sul sito ilrestodelcarlino.it – qui è possibile leggere l’articolo originale