Scoperto il recettore che protegge da asma e allergie agli acari della polvere.

allergie acari della polvere

Le persone con insufficienti livelli di dectina -1, uno speciale recettore espresso sulle cellule dell’epitelio respiratorio, sono più esposti al rischio di reazioni allergiche e asmatiche da acari della polvere

La dectina-1, questo il nome del recettore appena individuato, è in grado di riconoscere una proteina (la tropomiosina) contenuta negli acari/dermatofagoidi, negli scarafaggi, nei molluschi e in altri invertebrati; la sua funzione consiste nel sopprimere le reazioni immunitarie contro questi comuni trigger di asma e allergie. A riprova di questa ipotesi vi è l’osservazione che questo meccanismo protettivo risulta gravemente alterato nei soggetti asmatici o in quelli affetti da sinusite cronica da allergia agli acari della polvere.

L’importanza della scoperta sta proprio nel fatto che potrebbe portare ad un nuovo modo di trattare asma e manifestazioni allergiche scatenate da questi allergeni, che interessano milioni di persone nel mondo; si potrebbe ad esempio tentare di aumentare i livelli di dectina-1, per ripristinare il suo effetto protettivo.

Gli autori hanno concluso che la dectina-1 ha un effetto protettivo contro le allergie da acari della polvere. La sua azione si esplica riconoscendo la tropomiosina, una proteina comune agli acari e ad altri invertebrati. Già in passato la tropomiosina è stata chiamata in causa come possibile trigger delle allergie e dalle reazioni asmatiche da crostacei.

Fonte: articolo pubblicato sul sito quotidianosanita.it – qui è possibile leggere l’articolo originale