Allergia agli acari della polvere: sintomi e cure

allergia agli acari della polvere

Gli acari della polvere sono troppo piccoli per essere visti a occhio nudo, si nutrono di cellule rilasciate dalla pelle e prosperano in ambienti caldi e umidi. I posti ideali per la loro proliferazione sono biancheria da letto, divani e moquette.

Per ridurre i sintomi è necessario fare in modo di diminuire il più possibile la presenza degli acari in casa ed eventualmente assumere farmaci adatti.

Quali sono i fattori di rischio per sviluppare questo tipo di allergia?
La famigliarità: se altri famigliari hanno lo stesso problema, sarà più facile sviluppare un’allergia agli acari della polvere;

– vivere in un ambiente particolarmente polveroso;
– età, in quanto è più facile manifestare i sintomi in età infantile o adolescenziale.
Per avere la certezza della diagnosi, saranno necessari una visita allergologica e dei test (test cutaneo ed esami del sangue).

Considerato il fatto che non si riuscirà mai a eliminare completamente gli acari da una casa, cosa si può fare concretamente per minimizzare il problema?

– utilizzare un deumidificatore o un condizionatore d’aria per mantenere i livelli di umidità pari o inferiori al 50%
– rivestire il materasso e i cuscini con fodere antipolvere adatte al contenimento degli acari
– lavare lenzuola e coperte una volta alla settimana in acqua calda a 50-60 gradi
– sostituire i prodotti in lana o piuma con materiali sintetici
– usare uno straccio umido per rimuovere la polvere. Non usare mai panni asciutti perché sollevano la polvere
– utilizzare un aspirapolvere con filtro HEPA.

Fonte: articolo pubblicato sul sito salute.ilgiornale.it – qui è possibile leggere l’articolo originale