repellenti naturali anti zanzare

Scoperto come uno dei più antichi repellenti naturali tiene lontane le zanzare

I metodi per tenerle a distanza (senza necessariamente ucciderle) sono molteplici, e ora un nuovo studio prova a far luce sul perché i repellenti siano tanto efficaci: esisterebbe un recettore sulle antenne di questi piccoli insetti che avvisa di tenersi alla larga da certe sostanze.

Un recente studio ha infatti identificato un ‘ricettore di odori’ nelle zanzare che le aiuterebbe a tenersi lontane dal piretro, sostanza naturale estratta da una pianta utilizzata per secoli come repellente naturale contro le punture di zanzara.

Il piretro deriva dai fiori essiccati e triturati di una particolare specie di crisantemo, e ciò che lo rende tossico per le zanzare è la sua capacità di attaccarsi alle cellule del loro sistema nervoso e di paralizzarlo al contatto. In concentrazioni più basse, questa sostanza non uccide le zanzare ma fa in modo che queste non si avvicinino al punto da riuscire a pungere.

Il team della Duke University (North Carolina) che ha condotto lo studio ha eseguito numerosi test per comprendere come le zanzare riconoscano ed evitino il piretro, e quali componenti chimiche della sostanza aiutino gli insetti a farlo. Innanzitutto, hanno fornito ad alcuni volontari uno speciale guanto in gomma e hanno fatto mettere la mano in una gabbia con 50 zanzare affamate.

Fonte: articolo pubblicato sul sito greenme.it – qui è possibile leggere l’articolo originale

rimedi e odori per allontanare zanzare

I rimedi e gli odori per allontanare le zanzare

Per godere degli spazi esterni o non essere disturbati dentro casa da questi insetti odiosi, non bastano le zanzariere o le candele alla citronella. Un rimedio semplice e sostenibile è utilizzare i fondi del caffè, mettendoli in un po’ di carta stagnola e dandogli fuoco, l’odore prodotto terrà lontano le zanzare. Oppure mettendo qualche chicco vicino le piante e fuori in giardino nei vasi o sul terreno.

Per eliminare la presenza delle zanzare e dare un tocco di verde, si potranno coltivare alcune piante, anche da poter utilizzare per cucinare. Menta e basilico sembrano essere molto tossiche per loro, saranno letali anche per le larve.

Una pianta semplice da gestire, ovvero l’erba gatta, contiene una sostanza chimica mortale che sarà distruttiva per gli insetti, non avranno scampo. Ma anche i crisantemi sono piante anti zanzare in assoluto, saranno belli da vedere ma funzionali per questo tipo di utilizzo. Questi sono i rimedi e gli odori per allontanare le zanzare per prevenirne l’arrivo ed evitare infestazioni d’estate.

Fonte: articolo pubblicato sul sito proiezionidiborsa.it – qui è possibile leggere l’articolo originale

zanzare geneticamente modificate

In arrivo le prime zanzare geneticamente modificate 

Descritto sulla rivista Nature, l’esperimento, autorizzato dall’Environmental Protection Agency (EPA), ha lo scopo di sopprimere le popolazioni di zanzare selvatiche Aedes aegypti, che possono trasportare malattie come Zika, dengue, chikungunya e febbre gialla.

Precedentemente testate in Brasile, Panama, Isole Cayman e Malesia, le zanzare non erano mai state rilasciate nel territorio statunitense, anche se in alcune zone dello stato di New York e dell’Arizona l’azienda Oxitec era stata autorizzata a diffondere due specie di falene geneticamente modificate.

Una scoperta rivoluzionaria viene sempre accolta con una certa titubanza – osserva Anthony James, biologo molecolare specializzato sulle zanzare bioingegnerizzate presso l’Università della California a Irvine – il fatto che l’azienda inglese sia riuscita a ottenere l’autorizzazione per un esperimento così importante è molto significativo”.

I ricercatori hanno rilasciato esemplari maschi bioingegnerizzati per non pungere, in modo da accoppiarsi con la popolazione femminile endemica, e portare un gene in grado di uccidere la progenie femminile nelle prime fasi larvali. Con la morte delle femmine, la popolazione dovrebbe diminuire.
La decisione di intervenire sul flagello delle zanzare nasce nel 2009, quando è stato registrato un aumento significativo delle malattie trasmesse dalle zanzare.

Fonte: articolo pubblicato sul sito agi.it – qui è possibile leggere l’articolo originale

tecnologia per sconfiggere le cimici dei letti

30enne finlandese sta sconfiggendo le cimici dei letti con la tecnologia

Un 30enne finlandese assieme ai suoi business partner, ha inventato il “miracolo” per risolvere un problema che a tutti pareva quasi senza soluzione: i bed bugs, le “cimici da letti”, che possono colpire chiunque in modo improvviso e inaspettato, negli alberghi a cinque stelle come in abitazioni, taxi, locali e cinema. Invece di usare veleni sterminanti e intossicanti, Martim e i suoi partner hanno creato una soluzione di successo sostenibile. Il loro progetto ha subito avuto successo e ha attirato molti investitori da tutto il pianeta.

Abbiamo incontrato Martim e gli altri co-fondatori di Valpas a Helsinki, in Finlandia, in un seminterrato del campus per startup Maria 01, dove hanno i loro uffici e laboratori. Vertti Sarimaa, 29 anni, designer, è esperto di comportamento di bed bugs ed è il creatore della smart leg, la “gamba” intelligente di Valpas.

Nelle stanze normali, quando le cimici dei letti entrano negli effetti personali degli ospiti, sono libere di attaccarli, infestare e diffondersi fino a quando non vengono notate settimane dopo e sterminate. A differenza delle camere normali, dotate dello standard Valpas raccolgono ed eliminano eventuali bed bugs all’interno delle gambe intelligenti del letto.

Le gambe intelligenti brevettate sfruttano il movimento naturale delle cimici dei letti verso gli ospiti che dormono. Hanno un design nordico bio-ingegnerizzato per catturarle nel loro cammino. Il personale viene informato con un’e-mail quando le cimici dei letti vengono intercettate e le gambe possono essere facilmente svuotate durante le pulizie.

Fonte: articolo pubblicato sul sito forbes.it – qui è possibile leggere l’articolo originale