tydeus molestus

Biologia e ruolo patogeno tyrophagus putrescentiae o acaro dei prosciutti

Tyrophagus putrescentiae o acaro dei prosciutti – caratteristiche

E’ un acaro cosmopolita presente in svariati habitat, ovunque ci sia del materiale organico in decomposizione. E’ l’acaro tipico dei prosciutti sui quali compare dopo il quinto mese di stagionatura.
Il suo interesse in campo dermatologico si correla all’invasione di abiti e biancheria e dal senso di formicolio che determina sui pazienti che vi vengono a contatto.

Ruolo patogeno

Si tratta di un acaro generalmente non patogeno che viene spesso introdotto in casa con alimenti ben stagionati, quali, frequentemente, prosciutti o forme intere di formaggio stagionato, nonché attraverso legname da camino, terriccio o arbusti.
Si deve considerare un acaro “a vita libera” e dunque in grado di colonizzare qualsiasi ambiente domestico
introducendosi dentro gli armadi, nella biancheria e nei vestiti.
Nelle infestazioni massive, alcuni esemplari possono essere visti camminare sui mobili, apparendo come minuscoli puntini bianchi. Se arriva a colonizzare i vestiti e, sopratutto se si trova in fase riproduttiva, può determinare dermatite eritemato-papulosa, in piccoli elementi miliarici pruriginosi e spesso escoriati.

Fonte: Artropodi di interesse dermatologico in ambiente confinato – pubblicazione Prof. Mario Principato – Resp. Scientifico del Centro di Ricerca Urania di Perugia