Pietro Dorazio

Dedica del pittore Piero Dorazio a Il Flauto Magico

Piero Dorazio (Roma, 29 giugno 1927 – Perugia, 17 maggio 2005) è stato un pittore italiano, che con la sua pittura ha contribuito all’affermazione dell’astrattismo in Italia.
Artista di fama internazionale, nella seconda parte degli anni ’60 inaugurò un sodalizio artistico con il poeta Ungaretti che scrisse un saggio sulla sua pittura per la presentazione del catalogo, mentre nel 1967 fu Dorazio a realizzare una serie di grafiche per accompagnare la raccolta di poesie di Ungaretti intitolata “La luce”.
Le sue opere sono state esposte nei musei di Arte Moderna più importanti al mondo, quali il Museum of Modern Art di New York ed ha partecipato in numerose occasioni alla Biennale di Venezia.

Di lui scrisse Giuseppe Ungaretti: “In quei suoi tessuti o meglio membrane, di pittura uniforme quasi monocroma e pure intrecciata di fili diversi di colore, di raggi di colore, s’aprono, dentro i fitti favi gli alveoli custodi di pupille pregne di luce, armati di pungiglioni di luce. La luce è infatti in Dorazio, e sarà come realtà di pittura per merito di Dorazio, anche concentrazione e fissazione su un punto di luce riaffiorato da abissi, iterato all’infinito. Così può uno scernare il miele delle ore.”
(Giuseppe Ungaretti, Un intenso splendore, cat. Im Erker Galerie, San Gallo, 1966)

Leggi biografia su Wikipedia

dedica del pittore Pietro Dorazio