Ti trovi in: Home > Conosci il tuo infestante > Vespa

vespa1
vespa2
vespa3

Vespa

Grande famiglia di insetti imenotteri aculei caratterizzati dalle ali anteriori che nel riposo si appoggiano al dorso doppiamente ripiegate per il lungo; la forma speciale del corpo, con l’addome ristretto alla base e peduncolato, e i colori contrastati gialli e neri, li fanno riconoscere facilmente.
Di statura media (fra gli imenotteri), le femmine sono armate del ben noto pungiglione velenoso e popolano con circa 3000 specie tutto il mondo.

Caratteristiche: Le vespe comuni sono insetti sociali: gli adulti misurano circa 17mm, mentre la regina ha una taglia superiore e può superare i 20mm, arrivando fino a 35 mm. Hanno un torace ampio e circolare, ali resistenti e un apparato boccale possente.

Ciclo biologico: Nelle zone a clima temperato le vespe sociali si sviluppano seguendo un ciclo annuale e solo le regine (femmine fertili fecondate in autunno o alla fine dell’inverno), riescono a sopravvivere. Queste regine trascorrono l’inverno in luoghi protetti, sotto la corteccia, sotto pietre o ciottoli, in tane abbandonate di roditori, sfruttando ripari offerti dagli edifici. In primavera le regine emergono dai loro ricoveri ed iniziano la formazione della nuova colonia. La prima deposizione è di circa 10 – 20 uova.

Pericoli per la salute: Reazioni non allergiche: la reazione non allergica comporta gonfiore (che può aumentare nelle 24 ore seguenti alla puntura), bruciore intenso, prurito e dolore nell’area colpita.
Reazioni allergiche: si osservano i tipici sintomi di una puntura, ma generalizzati su un’area più vasta (tipo orticaria), difficoltà a respirare, dolore al petto, riduzione della pressione arteriosa. Chi ha un’allergia accertata alle punture di vespe deve avere sempre con sé faramci antistaminici o un preparato monouso a base di adrenalina da autosomministrarsi in caso di necessità.

Habitat: Vivono in colonie all’interno dinidi coperti: cavità nei muri, soffitti, tronchi o alberi.

Aree infestate: Luoghi domestici, giardini, prati, etc.

Tipo di cibo: Frutta, sostanze zuccherine