Ridimensionare popolazione zanzara tigre con maschi fluorescenti

debellare la zanzara tigre

Il progetto della Federico II di Napoli per ridimensionare la popolazione delle zanzare tigre nella zona di Procida: centinaia di esemplari maschi sono stati marcati con una polvere fluorescente e rilasciati; contribuiranno a calcolare la densità della popolazione locale di zanzare per poi pianificare il piano di soppressione con il metodo di “cattura-marcatura-ricattura”
La marcatura servirà a calcolare la densità delle popolazione locale di zanzare per pianificare poi il prossimo esperimento di soppressione.

La tecnica del maschio sterile

La tecnica si mostra molto efficace dal momento che le zanzare femmine non sanno quali siano gli esemplari sterili e quelli potenzialmente fecondi: l’installazione di 101 ovitrappole, con la collaborazione di 80 famiglie procidane, aveva già restituito dati interessanti.
Erano infatti state individuate ed eliminate 84.000 uova e circa 20.000 potenziali zanzare femmine adulte (calcolo effettuato sulla percentuale di schiusa e sul rapporto femmine/maschi).

La collaborazione dei residenti

Tutta l’operazione sarà tenuta sotto-controllo grazie a dieci stazioni climatiche istallate in altrettanti punti dell’isola.
I ricercatori inoltre provvederanno a diffonde un piccolo decalogo ai residenti, in particolare a coloro che dispongono di piccoli orti e giardini dal momento che un’altra fondamentale condizione per la buona riuscita dell’operazione è quella di ridurre gli habitat larvali e in primis i contenitori con acqua.

Fonte: articolo pubblicato sul sito science.closeupengineering.it leggi articolo di riferimento del mese di luglio 2016